ANAGRAFE CONDOMINIALE E MOROSITÀ IN CONDOMINIO

0

Il registro di anagrafe condominiale è un documento redatto e detenuto dall’amministratore di condominio all’interno del quale sono presenti le generalità di tutti i condomini e che svolge, oltre ad una funzione informativa, anche altre funzioni di supporto all’attività amministrativa. L’amministratore, quindi, per poter essere in grado di utilizzare in esso contenuti, deve tenere sempre aggiornato il registro di anagrafica condominiale e proprio al fine di agevolare questo compito, la legge lo autorizza, in caso di inerzia da parte dei condomini, ad acquisire d’ufficio le informazioni, addebitando il costo agli inerti.
Una delle funzioni principali, di assoluta rilevanza, che svolge il registro di anagrafica è quello di permettere all’amministratore, unico soggetto legittimato ed obbligato a farlo, di comunicare ai creditori i nominativi degli eventuali condomini non in regola con i pagamenti. Questa comunicazione assolve lo scopo di portare avanti una procedura di recupero del credito che sia quanto più in linea possibile col dettato legislativo, il quale prevede che i creditori debbano rivalersi in via prioritaria sui morosi e non sugli altri condomini, i quali potranno essere aggrediti esclusivamente dopo che sia stato effettuato un tentativo di soddisfarsi nei confronti di chi non è in regola.