COMPETENZA SPESE STRAORDINARIE

0

La Corte di Cassazione ha stabilito (contrariamente a quanto stabilito in passato) che, salvo diverso accordo, il titolare dell’obbligazione passiva in caso di interventi straordinari, è colui che risulta essere proprietario dell’immobile, e quindi condomino, al momento dell’approvazione assembleare degli stessi. Il ragionamento della Corte prosegue con l’affermare che la successiva riunione in cui vengono ripartite le spese non è altro che un momento di precisazione del loro ammontare e non, invece, il momento in cui sorge l’obbligazione.

Infine, si ricorda che quanto appena affermato vale in relazione al rapporto tra vecchio e nuovo condomino, mentre il condominio sarà legittimato ad agire verso entrambi i soggetti indistintamente in quanto l’acquirente è corresponsabile col venditore per i debiti dell’anno in corso e di quello precedente.

Dott. Marco Suisola nato a Firenze il 25 aprile 1978 svolge l’attività di amministratore di condominio a livello professionale dal 1999. Associato inizialmente alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa poi socio fondatore della Confartamministratori, nella quale ha rivestito la carica di tesoriere e parte integrante del CDA. Di recente è iscritto anche all’associazione Gesticond. Ha frequentato nel 2006 presso l’università di Firenze il primo corso di formazione di diritto condominiale. Ha ottenuto la qualifica di consulenze tecnico di ufficio (CTU) in ambito condominiale nell’anno 2014 e quella di revisore condominiale nel 2017. Laureato nel 2018 in scienze dei servizi giuridici come esperto giuridico immobiliare. Attualmente sta frequentando un master sul Real Estate Property and Building Management.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui