Con il bonus facciate rifatti anche i balconi

Come recentemente specificato dall’Agenzia delle Entrate, il bonus facciate copre anche gli elementi costitutivi dei balconi affacciati su una strada pubblica. La detrazione, in particolare, spetta per interventi di consolidamento, ripristino, inclusa la mera pulitura e tinteggiatura della superficie, o rinnovo degli elementi costitutivi degli stessi.
La risposta all’interpello va, tuttavia, oltre. In essa si precisa che il condomino-contribuente potrebbe avvalersi, alternativamente alla detrazione per il 90%, di un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto (fino a un importo massimo pari al corrispettivo dovuto), anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest’ultimo recuperato sotto forma di credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari. Lo stesso condomino/contribuente, infine, potrebbe anche decidere di cedere il credito d’imposta di importo corrispondente alla detrazione a terzi soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari con facoltà, per questi ultimi di successiva cessione.