DISTANZE TRA EDIFICI IN CENTRO STORICO

0

In una recente sentenza, il Consiglio di Stato (massimo organo decidente della giustizia amministrativa) ha stabilito che la distanza di 10 metri, prevista dalla legge, tra edifici posti l’uno di fronte all’altro, vale soltanto per i nuovi fabbricati e soltanto al di fuori dei centri storici. La scelta legislativa di una tale specificazione non è casuale ma sta a significare una precisa volontà di escludere, nei centri storici, interventi che non riguardino edifici già esistenti (quindi interventi su edifici nuovi). Tale assunto non cambia neanche in conseguenza dell’implementazione dei Piano Casa regionali che prevedono la possibilità di realizzare ampliamenti degli edifici, seppur entro il limite del 35%.

Dott. Marco Suisola nato a Firenze il 25 aprile 1978 svolge l’attività di amministratore di condominio a livello professionale dal 1999. Associato inizialmente alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa poi socio fondatore della Confartamministratori, nella quale ha rivestito la carica di tesoriere e parte integrante del CDA. Di recente è iscritto anche all’associazione Gesticond. Ha frequentato nel 2006 presso l’università di Firenze il primo corso di formazione di diritto condominiale. Ha ottenuto la qualifica di consulenze tecnico di ufficio (CTU) in ambito condominiale nell’anno 2014 e quella di revisore condominiale nel 2017. Laureato nel 2018 in scienze dei servizi giuridici come esperto giuridico immobiliare. Attualmente sta frequentando un master sul Real Estate Property and Building Management.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui