IL CAPPOTTO TERMICO NELLA FACCIATA

0

Anche grazie ad una recente ordinanza della Cassazione è possibile affermare che gli interventi per l’installazione di un cappotto termico su una facciata non rappresentano affatto un’innovazione voluttuaria ma, quasi al contrario, rappresentano un’innovazione agevolata che comporta importanti vantaggi a tutta la compagine condominiale. Proprio in ragione di ciò, la realizzazione di una tale opera, proprio in quanto volta a migliorare l’efficienza energetica dell’intero edificio, non dà luogo ad opera che possa ritenersi suscettibile di utilizzazione separata. Diretta conseguenza di questo assunto è che le relative spese dovranno essere ripartite in proporzione tra tutti i condomini.

Allo stesso modo è possibile affermare che la questione del decoro architettonico non possa essere sollevata come limite al cappotto e questo perché la riqualificazione energetica non deve necessariamente passare attraverso un miglioramento, appunto, del decoro architettonico. L’importante, si ricorda, è che non ne costituisca un’alterazione in negativo.

Dott. Marco Suisola nato a Firenze il 25 aprile 1978 svolge l’attività di amministratore di condominio a livello professionale dal 1999. Associato inizialmente alla Federazione Nazionale Amministratori fino al 2015, diventa poi socio fondatore della Confartamministratori, nella quale ha rivestito la carica di tesoriere e parte integrante del CDA. Di recente è iscritto anche all’associazione Gesticond. Ha frequentato nel 2006 presso l’università di Firenze il primo corso di formazione di diritto condominiale. Ha ottenuto la qualifica di consulenze tecnico di ufficio (CTU) in ambito condominiale nell’anno 2014 e quella di revisore condominiale nel 2017. Laureato nel 2018 in scienze dei servizi giuridici come esperto giuridico immobiliare. Attualmente sta frequentando un master sul Real Estate Property and Building Management.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui