Telecamere finte in condominio

In una recente sentenza, un giudice si è trovato a dover decidere su una questione relativa al (contestato) mancato rispetto della privacy in caso di installazione di una telecamera finta. Il giudice, chiaramente, ha respinto la pretesa dell’attore e ha dichiarato non sussistevano i presupposti per poter agire in giudizio in quella determinata situazione.

Al di là di ciò, conviene prendere spunto da questa situazione per evidenziare alcune disposizioni elaborate dal garante della privacy relative all’installazione di telecamere (vere) in contesti di proprietà privata esclusiva: il singolo condomino non è tenuto a segnalare la presenza del sistema di videosorveglianza con apposito cartello ma è obbligato a installare le telecamere in modo tale da riprendere esclusivamente il proprio spazio privato. A queste stesse disposizioni sono soggetti i videocitofoni e qualsiasi altra apparecchiatura che rilevi immagini o suoni, anche tramite registrazione.